Vi presentiamo Invix®, il disinfettante mani di Versalis (ENI) a basso impatto ambientale

Novità -

Sicuro, pratico ed eco-friendly

La pandemia di Covid-19 ha reso chiaro fin dal suo esordio la necessità di ricorrere a prodotti igienizzanti per le mani, parte integrante delle indispensabili precauzioni contro la diffusione del virus. Per questo motivo Versalis ha messo a punto Invix®, un disinfettante mani eco-friendly, prodotto da materie prime vegetali altamente efficace, che FAET si appresta a distribuire. Invix® è stato elaborato da Versalis nello stabilimento di Crescentino (VC), che ha aggiornato allo scopo la sua linea di produzione.

La formula disinfettante di Invix® si distingue per l’utilizzo di etanolo ricavato da materie prime vegetali. L’azione antimicrobica dell’etanolo è potenziata dal perossido di idrogeno (acqua ossigenata) in una soluzione che garantisce pulizia e disinfezione rapida senz’acqua, utilissima in tutti i casi in cui non è possibile lavare subito le mani. Invix® è classificato come presidio medico chirurgico autorizzato dal Ministero della Salute.

Il prodotto è di facile e rapido utilizzo. È sufficiente applicare il disinfettante sulle mani e strofinarle per circa 60 secondi, fino a che non sono perfettamente asciutte. Come si è detto l’uso non richiede acqua e l’azione disinfettante è già attiva a distanza di un minuto dall’applicazione del prodotto. È un disinfettante estremamente pratico, disponibile anche in versione spray tascabile.



Come nasce Invix®: l’utilizzo di materie prime rinnovabili

Il gel mani Invix® è realizzato con un addensante a base di cellulosa, senza l’impiego di microplastiche. Un vantaggio dal punto di vista dell’impatto ambientale, in linea con il progetto di economia circolare portato avanti da Versalis, che viene applicato a tutti i processi e i prodotti dell’azienda. Versalis è un’azienda Eni, leader nel campo della chimica in Italia, operante a livello internazionale nella chimica di base, nel settore materie plastiche, gomme e chimica da fonti rinnovabili. Disponendo di impianti altamente innovativi in Italia e in Europa, la società è impegnata in ambiziosi progetti di ricerca e sviluppo che mirano ad ampliare l’offerta di prodotti ottenuti da materie prime rinnovabili. 

Il bioetanolo impiegato come principio attivo per la gamma di disinfettanti Invix® è prodotto dallo stesso impianto di Crescentino e fa parte dei risultati della tecnologia Proesa®, che rende possibile la conversione di biomasse di legno e cellulosa in zuccheri da utilizzare per produrre biocarburanti e biointermedi chimici.